Hai già il tuo biglietto?

I workshop sono riservati agli iscritti al Product Management Day 2021, fino ad esaurimento posti.

25 NOV

Giovedì
16:00 / 17:30
capoluongo-sito
Virginia Capoluongo
Visual & UX/UI Designer
Ideazione creativa: il metodo Scamper

n° max di partecipanti: 20

Individuare la soluzione giusta spesso può essere difficile e richiedere molto tempo: per non bloccare il lavoro, si finisce per andare avanti con la prima idea proposta, spesso la più scontata (e quasi sempre quella sbagliata). Ci vengono in aiuto le tecniche di brainstorming come Scamper, che ci stimola a pensare al problema da differenti prospettive.

In questo workshop imparerai ad utilizzare questo metodo: scopriremo come generare in poco tempo tante idee per nuovi prodotti o per migliorare quelli esistenti, trovare nuove soluzioni senza generare discussioni con gli altri membri del team e selezionare le idee adatte per andare avanti. 

Virginia Capoluongo

Visual & UX/UI Designer

Si occupa di UX/UI design per prodotti digitali e brand identity design da più di 18 anni, ma non ha mai smesso di studiare. Insieme al product team di 20tab, porta avanti lo sprint di analisi e design dei prodotti con approccio centrato sull'utente, per trasformare l'idea del prodotto in realtà. Una vita dedicata alla creatività: ha esposto in numerose mostre e festival internazionali da Milano a Bogotà, con lo pseudonimo Jukuki. Colleziona cose inutili e rosa. 

16:00 / 18:30
barboni-sito
Luca Barboni
Public Speaker, Imprenditore, Growth Hacker
Designing for Growth: la crescita parte dalla progettazione del prodotto

n° max di partecipanti: 30

"La peggior decisione di marketing che tu possa prendere è fare marketing su di un prodotto che non vuole nessuno" - dice Ryan Holiday, autore del primo libro in assoluto sulla metodologia del Growth Hacking. E questo concetto lo si ritrova nei casi studio più celebri di crescita dirompente in ambito startup, da Hotmail, Dropbox e Airbnb, dove l'esperienza di prodotto è stata un driver di crescita tanto importante quanto la comunicazione e il marketing. 

In questo workshop metteremo in pratica delle metodologie e dei framework ibridi tra UX e Growth Hacking, per capire come connettere la progettazione con le esigenze del mercato.

Luca Barboni

Public Speaker, Imprenditore, Growth Hacker 

Luca Barboni è autore del primo libro sul Growth Hacking in Italia. Negli ultimi anni ha fatto da Mentor a più di 200 founder di startup, formato più di 6.000 professionisti su Marketing Digitale e Imprenditoria, e organizzato il più grande evento europeo sul Growth Hacking. Dal 2018 è fondatore e responsabile della crescita di 247X, l’unica agenzia italiana di growth hacking ad essere partner di Growthhackers.com, l’azienda fondata dalla persona che ha coniato il termine "growth hacking".

16:00 / 17:00
armani-sito
Fabio Armani
Lean Agile Coach & Trainer
EventStorming (a little taste of)

n° max di partecipanti: 12

“In any EventStorming session of all different kinds, everyone knows what everyone else knows“. Prendiamo in prestito le parole di Dan North per parlare dell’EventStorming, che unisce il mindset event-driven a un formato agile, per affrontare rapidamente i problemi e adottare un approccio collaborativo. Può essere applicato alle situazioni più diverse: per valutare lo stato di salute di business, esplorare nuove strade, progettare un software Event-Driven pulito e manutenibile, immaginare nuovi prodotti.

In questo breve workshop proveremo sul campo la creazione di Alberto Brandolini, andandone a conoscere da vicino gli elementi di base con alcuni esempi concreti.

 

Fabio Armani

Lean Agile Coach & Trainer

Fabio Armani attualmente è CTO e CEO presso importanti società d’informatica con una spiccata vocazione per il Lean e l’Agile: la sua attività di consulenza si lega ad aspetti tecnologici ma anche “umani” dello sviluppo software. È certificato PMI, Scrum Pratictioner e ScrumMaster, Product Owner, Lean Change Agent, SAFe, LeSS e sta completando le fasi di certificazione in qualità di Scrum Trainer presso la Scrum Alliance. Esperto di metodologie agili, sia per quanto riguarda il processo di adozione che la loro divulgazione, coaching e mentoring, svolge tramite OpenWare un’importante opera di diffusione della conoscenza e di consulenza professionale.

16:00 / 17:45
delmonte-sito
Maurizio Delmonte
Product Owner
Impact Mapping: un’introduzione e una sessione “sperimentale”

n° max di partecipanti: 20

L’Impact Mapping è una tecnica di pianificazione collaborativa, nata per i team che vogliono “creare un impatto”: è fondamentale per le esigenze di gestione del prodotto, ma può essere molto utile in qualsiasi situazione in cui è necessario fare ordine e stabilire un piano d’azione. In questo workshop, dopo aver visto i principi di base e aver approfondito qualche caso reale, passeremo alla parte “sperimentale”: divisi in piccoli gruppi faremo pratica di Impact Mapping, lavorando a un obiettivo comune.

Una sessione pensata per chi non conosce questa tecnica, ma vuole portare chiarezza e visione strategica in contesti dove i deliverable sono tutti “ugualmente” importanti.

Maurizio Delmonte

Product Owner

Maurizio Delmonte è Product Owner in 20tab. Il web è la sua vocazione, avendolo interpretato da sviluppatore, consulente, team leader, project manager. Agevolare il lavoro dei team è l'altra sua passione, per questo adotta un approccio agile e aiuta gli altri a fare lo stesso. Adora i piani ben riusciti.